Conosci gli archetipi per scoprire chi sei

Ultimamente si parla tanto di archetipi, ma tu sai davvero di che cosa si tratta?

Certo, sono modelli di comportamento interiorizzati che ci accomunano come esseri umani. Eppure non è sempre così semplice.

Nella mia professione di formatrice, coach e talent musa, amo lavorare con gli archetipi come simbologia di forze potenziali che risiedono dentro di noi. Il loro utilizzo può essere prezioso per comprendere le “varie te”, responsabili di certi tuoi comportamenti e del tipo di rapporto che coltivi con il resto del mondo. 

SCOPRI IL POTERE DEGLI ARCHETIPI

Il concetto psicologico di “archetipo”, introdotto dallo psicoterapeuta C.G. Jung, definisce un modello di comportamento istintuale, ovvero delle forme-pensiero contenute nell’inconscio collettivo.

Nessun archetipo è riducibile a semplici formule. L’archetipo è come un vaso che non si può svuotare né riempire mai completamente. In sé, esiste solo in potenza, e quando prende forma in una determinata materia, non è più lo stesso di prima. Esso persiste attraverso i millenni ed esige tuttavia sempre nuove interpretazioni. Gli archetipi sono elementi incrollabili dell’inconscio, ma cambiano forma continuamente” (C.G. Jung)

In sintesi, ciò che facciamo – tutti, sia donne che uomini – è parzialmente determinato da modelli di comportamento internalizzati culturalmente di cui non siamo consci, ma che ci influenzano nelle scelte di ogni giorno.

In concreto, tutto ciò come avviene? 

Ma, soprattutto, come puoi sfruttarlo a tuo vantaggio nel quotidiano?

GLI ARCHETIPI SONO STRUMENTI DI COMPRENSIONE 

Quando, leggendo una storia, siamo prese da una “folgorazione”, significa che, inconsciamente, qualcosa ci ha toccato permettendoci di “comprendere di più”. Questo succede perché i miti ci parlano e, nonostante le ambientazioni antiche, ci sembrano sempre attuali, perché contengono al loro interno una scintilla dell’universale esperienza umana.

 Le divinità greche sono un esempio lampante della struttura archetipica.  Nate dalla fantasia dell’uomo, possiedono qualità, sentimenti e modi di agire spiccatamente umani: sono felici, si arrabbiano, hanno paure, amano e tradiscono. Per questo motivo, le loro rappresentazioni, che da millenni ci sono state tramandate, hanno tratti specifici che parlano direttamente ad ognuno di noi, esistendo fuori dal tempo e dalla realtà della nostra vita.

LE DEE COME ARCHETIPI

Fra le Dee dell’Olimpo, troviamo donne con abilità innate e forze straordinarie, come Estia, Demetra, insieme alla figlia Persefone, Era, Artemide, Atena e Afrodite.

E se ti dicessi che ognuna di loro vive dentro di te? E che oltre a imparare a riconoscerle, puoi anche evocare la loro energia? No, non ti sto invitando a convertirti a qualche religione politeista, non temere.

Se uno sguardo al modello femminile offerto da stampa, cinema e televisione può avere un impatto così forte sulla vita delle donne, quanto più profonda sarà l’attivazione e l’evocazione di un archetipo che vive dentro di loro?” (Jean S. Bolen)

Un libro che può insegnarti a confrontarti positivamente con gli archetipi è il testo di psicologia femminile Le dee dentro la donna della psicoterapeuta junghiana Jean S. Bolen che si basa proprio sulla tesi che all’interno di ogni donna convivano, sotto la forma degli archetipi, alcune delle principali dee dell’antichità classica.

COME RICONOSCERE GLI ARCHETIPI NEL TUO QUOTIDIANO

Ognuna delle dee dell’Olimpo incarna un ruolo femminile in cui ci siamo riconosciute, ci riconosciamo o potremmo riconoscerci, a seconda delle varie fasi vitali che ci attendono: Persefone, la figlia, Era la moglie, Demetra la madre, Afrodite l’amante, Artemide la sorella, Atena la stratega ed Estia la custode del focolare.

Tali dee, attraverso i secoli, sono state rappresentate in forme cristallizzate e sono certa che tu abbia in te stessa, anche grazie a film, libri, o varie forme d’arte, una specifica immagine di femminilità abbinata ad ognuna di esse. 

Per esempio, Artemide (che, forse, ti suona più familiare col nome romano di Diana) ti apparirà come una slanciata dea dalla vita selvaggia, vagabonda nella foresta; una visione molto diversa da quella che potresti avere se ti chiedessi, invece, di visualizzare Afrodite, la dea dell’amore. Altrettanto conosciuta Atena, dea della saggezza e del saldo pensiero razionale, che potresti aver incontrato nei luoghi di istruzione, come gli atenei universitari. 

Ogni dea rappresenta un aspetto del femminile che emerge o può emergere per aiutarti a fronteggiare le variegate situazioni della vita. Ogni Dea è bella, potente e forte, come lo è ogni donna nel pieno della sua consapevolezza. Ma non confondere tutto ciò con il concetto di perfezione “senza macchia e senza paura”, quale prodotto della cultura e della società in cui viviamo.

Perché ogni dea ha in sé aspetti funzionali e disfunzionali e solo accettandoli nella loro completezza, con gratitudine, potrai trasformarli in strumenti di comprensione.

Così come nessuna dea è “migliore” di un’altra, tutte possono dare un profondo contributo se ascoltate quando si attivano dentro di te.

Se hai bisogno di sentirsi realizzata, indipendente e raggiungere degli obiettivi lavorativi, potresti avere bisogno della saggia Atena. Se in questo momento senti l’esigenza e la volontà di dedicarti alla vita di coppia, stai conoscendo Era. Oppure, potresti sentirti una Demetra, che esprime la propria vocazione, prendendosi cura, materialmente o spiritualmente, di chi ne ha bisogno.

Come vedi, sono proprio gli archetipi a renderci tutte meravigliosamente differenti e allo stesso modo connesse in un’unica dimensione mistica.

Nessuna di noi è solo una dea, più dee possono agire contemporaneamente e quando ti trovi all’interno di una situazione conflittuale è molto probabile che le loro forze stiano rivaleggiano fra loro: solo comprendendole appieno, accogliendole senza giudicarle, sarai in grado di ristabilire cooperazione ed equilibrio.

SII L’EROINA DELLA TUA STORIA PERSONALE

 Anche se a volte ne ricavi un’impressione totalmente differente, tu, come ogni donna, sei l’eroina della tua storia personale.

Per essere la protagonista principale della tua esistenza è necessario che tu possa diventare consapevole delle forze che agiscono in te, al di là di stereotipi, modelli culturali, limiti e influenze esterne. 

Utilizzando gli archetipi delle dee avrai la possibilità di aumentare la tua consapevolezza e acquistare quel potere unico che deriva dalla conoscenza. Quali Dee influenzano di più la tua vita in questo momento? Quali sono invece assenti?

Ugualmente potrai renderti conto che un determinato archetipo ti sarebbe utile nel viaggio verso la crescita personale – o per intraprendere quel progetto o migliorare una relazione affettiva – ma che non è ancora pienamente sviluppato.

Se approdi a questa consapevolezza significa che hai pienamente compreso come le dee sappiano anche essere istruttive perché ti permettono il confronto con quelle qualità che ti mancano e a cui hai sempre aspirato.

Puoi coltivare e lavorare con gli archetipi ogni giorno, e fare tuo questo eccezionale metodo di auto-analisi interiore.

Come applicare il tuo desiderio al mondo pratico dell’azione? Le dee possono essere invocate, o visualizzate, per chiedere che le qualità che custodiscono possano diventare anche la forza del tuo quotidiano. Allo stesso modo, se vorrai fare un cambiamento nella tua vita, potrai invitare la specifica dea a farti visita.

 Se ti piace questo approccio e desideri approfondire gli archetipi delle dee come strumento di analisi interiore, puoi lavorare insieme a me nel percorso dedicato al tema: “Scopri le dee dentro di te”: una sessione di colloquio individuale per guidarti alla scoperta delle tue “tanti parti” interiori e migliorare il dialogo fra esse.

Prossimamente ti parlerò più in specifico di alcune dee e come coltivarle in connessione con la natura e i suoi fenomeni ciclici.