Coltiva la felicità con le giuste decisioni

Perché non posso essere felice?”
Vorrei tanto essere felice, ma…
Con quello che sta succedendo essere felice è davvero impensabile!

Scommetto che anche tu, almeno una volta, hai pensato o detto a te stessa e agli altri una di queste frasi. È vero?

Ti piacerebbe tanto essere felice, più appagata e soddisfatta della tua vita, e invece…
Certo, se tu fossi diversa, o fosse diverso il tuo lavoro o se riuscissi a impostare una differente vita di coppia, forse…sì, forse potresti (anche) essere felice.

Poi magari ti capita di leggere o vedere video di persone che, nonostante le gravi difficoltà, hanno realizzato una vita felice, appagata e magari si sono pure realizzate con successo e fama.

Com’è possibile che questo sia accaduto? Come ci sono riusciti?

Come fanno ad essere felici le persone felici?

Ti rispondo citando un noto esperimento condotto proprio per studiare questo fenomeno.
Sono stati selezionati due campioni di persone: il primo gruppo sosteneva di avere una vita felice e appagata mentre l’altro sosteneva il contrario.
Entrambi i gruppi furono intervistati rispetto alle vicende della loro vita e vuoi sapere quale fu il risultato? Tutti i soggetti avevano vissuto vite simili, cadenzate da successi e fallimenti, amori e perdite.

Che cosa cambiava? Il punto di vista, lo sguardo con cui osservavano e vivevano lo svolgimento delle loro vite. O, in altre parole, potremmo dire “la narrazione” che facevano della storia della loro vita.

La felicità non è un regalo che arriva dall’esterno, come se piovesse inaspettatamente dal cielo. E non è nemmeno qualcosa che accadrà solo quando certe condizioni saranno soddisfatte. Queste sono illusioni depotenzianti.

La felicità è una scelta di come vuoi guardare il mondo.
La felicità è ciò che scegli di vedere e vivere ogni giorno.

La felicità dipende da te e dalle scelte che fai per realizzarla ogni giorno, e puoi iniziare proprio adesso.

In che modo? Prendendo 3 giuste decisioni.

COMPRENDI CHE CREARE LA TUA REALTÀ È POSSIBILE 

Vedo la tua faccia poco convinta, ma è proprio così.

Il cervello “non si limita ad interpretare il mondo, lo crea: tutto ciò che vedete, sentite, toccate, gustate e odorate non avrebbe alcuna delle qualità che percepite, senza il cervello. Qualunque esperienza facciate oggi – il caffè mattutino, l’amore per i vostri cari, un’idea brillante al lavoro – è stata personalizzata in esclusiva per voi.
(Deepak Chopra e Rudolph E. Tanzi in Super Brain)

La neuroplasticità ci permette di creare il mondo ogni giorno. Se ci pensi, una giornata di pioggia è solo una giornata di pioggia. Eppure, inspiegabilmente, per alcune persone diventa la causa di cattivo umore. Ma se ne parli con una bambina, è plausibile che ti dica che è un’ottima opportunità per giocare con l’acqua e le pozzanghere.

Se non è creare la realtà questo 🙂

Cosa accadrebbe se iniziassi a creare la tua realtà come questa bambina?

Comincia a modificare il modo in cui decidi di guardare una difficoltà inaspettata o una situazione insoddisfacente.

Smetti di chiederti “ce la farò?” e comincia a chiedere “come posso farlo? Di quali strumenti ho bisogno?”

APPREZZA CIÒ CHE HAI OGGI

Se la felicità è una scelta interiore, significa che non ha bisogno di condizioni particolari esterne per esprimersi.
Forse ti hanno insegnato il contrario e tu stessa hai finito per crederci, associando la felicità ad un bel conto in banca, al successo lavorativo o al peso corporeo, ma anche all’amore degli altri e al riconoscimento esterno delle tue doti.

La storia che ti hanno raccontato è questa: se avrai questo, allora sarai felice.

É giunto il momento di raccontarti una storia diversa, di rieditare il racconto della tua vita in modo nuovo e inedito. Quella che ti racconterai sarà una storia di gratitudine e abbondanza.

Sembra incredibile, eppure diversi esperimenti hanno dimostrato come la gratitudine crei felicità.

Inizia ad apprezzare ciò fa già parte della tua vita. Invece di focalizzarti sulle tue debolezze, su ciò che ti manca o su quello che vorresti raggiungere, puoi indirizzarti verso ciò che rende la tua esistenza degna di essere vissuta. Potresti scoprire la qualità inaspettata di quello che ti circonda, e che hai dato sempre per scontato.

Questo cambio di prospettiva ti sarà utile anche per affrontare le sventure o le difficoltà che potresti incontrare lungo il tuo cammino.

Dicendoti questo non ti sto suggerendo di indossare “un paio di occhiali rosa” e non vedere più gli aspetti problematici della vita.

Quello che voglio dirti è che scegliere di vedere il positivo crea positivo. E ti mette in una condizione di forza e abbondanza che sono la base per poter affrontare in modo creativo e vincente le difficoltà.

Puoi farlo concretamente scrivendo ogni sera, prima di andare a dormire, il tuo “diario della gratitudine”: 3 o più cose accadute nella tua giornata per cui sei grata.

SCEGLI LA TUA PLAYLIST INTERNA

Se mi hai seguita fino a qui avrai capito che il contesto culturale, la cultura interiorizzata e, spesso, anche coloro che abbiamo intorno non ci aiutano a coltivare la nostra autentica felicità.

Proprio per questo diventa fondamentale scegliere quali informazioni possono essere utili e quali non utili per coltivare la tua felicità ogni giorno.

Lamentele, pretese e accuse, ma anche sogni irrealizzabili, idee conformiste e giudizi su di te e sugli altri non fanno altro che rinforzare quel concetto di felicità irraggiungibile in cui hai creduto sino ad oggi.

Oltre ad essere disfunzionali alla tua felicità, questi contenuti sono molto utili per chi vuole venderti il sogno di una felicità “acquistabile”. Il meccanismo è semplice: convincendoti che la felicità sia qualcosa di condizionato, contribuiscono a renderti infelice e debole. In questo modo sarà più facile vendere con assoluta facilità la “magia” di una vita piena e soddisfatta grazie a oggetti e status.

Scegliere la propria playlist interna significa decidere che tipo di “musica”ascoltare e fare ascoltare al tuo inconscio. Avere cura costante di questa attività, oltre che salutare a livello energetico, è fondamentale per coltivare una felicità costante.

Come puoi farlo? Quando senti o leggi un contenuto che senti essere nocivo per te, puoi decidere di lasciarlo andare e reindirizzare il tuo pensiero verso ciò che ti porta arricchimento.

Mettendo in pratica questi pochi e semplici consigli con costanza potrai iniziare a vedere dei consistenti cambiamenti nella tua vita. Creando un nuovo mindset, funzionale alla tua crescita, potrai quindi porti degli obiettivi autentici a cui dedicarti, libera da pressioni, paure e insoddisfazioni.

La felicità è una pratica, un comportamento quotidiano da coltivare e alimentare: sei pronta a iniziare adesso?