Donna Selvaggia

Come ricongiungersi con la propria natura: l’essenza della Donna Selvaggia

Ti ho spiegato perché considero “Donne che corrono coi lupi” di Clarissa Pinkola una lettura fondamentale per il tuo percorso di crescita ed “educazione al femminile sano”. È un libro incoraggiante perché non ti chiede di essere in un determinato modo, ma solo di (ri)congiungerti con qualcosa che già sei, nella tua più intima natura: una Donna Selvaggia.

CHI È LA DONNA SELVAGGIA?

La Donna Selvaggia è una forza psichica potente.

È spesso presente nelle storie del folklore popolare incarnata in figure “guida”: una Saggia, Una Custode, Una Strega o Una Anziana che offre aiuto, pur non agendo direttamente per risolvere felicemente la trama.

Lascia all’eroina (o all’eroe, perché no?) il compito di mettere in pratica il favore elargito – che sia stato dato sotto forma di consiglio o di oggetto magico.

Perché siamo NOI a dover metter in campo la nostra energia vitale. Nessuno può farlo al nostro posto.

È un cammino che potrà sembrarti solitario, lo so, ma è fortificante.

È la sola via per acquisire quella consapevolezza che può portarti verso Lei, la Donna Selvaggia.

DONNE E LUPI, VITTIME DI UN ADDOMESTICAMENTO ECCESSIVO

Per stessa ammissione dell’autrice, il titolo “Donne che corrono coi lupi” prende spunto dai suoi studi di biologia sulla fauna selvaggia. In questo ambito la Pinkola ha potuto osservare come esista una affinità fra lupi e donne.

Non hanno in comune solo alcune caratteristiche psichiche come la sensibilità acuta e la grande devozione, ma anche la forza, la resistenza e l’adattabilità.

Questa connessione è presente anche nella loro reputazione negativa, infatti, donna e lupo, sono due specie equamente perseguitate, considerate pericolose, aggressive e senza controllo. Esseri sgraziati in balia delle loro passioni.

È possibile che anche tu sia stata indotta ad abbracciare queste falsità, lasciando che gli Altri ti addomesticassero. Per questo può capitarti di vivere con la paura di sbagliare e limitare i tuoi desideri, i tuoi movimenti e le richieste perché non vuoi disturbare.

Esprimi poco il tuo spirito giocoso, o la vitalità con cui vorresti dipingere, scrivere o cucire perché è meglio dedicarsi ad attività più proficue.

LA CONNESSIONE CON LA NATURA

Come un animale primordiale, la Donna Selvaggia è connessa con il cielo, la terra, la luce, il buio… perché nella natura, con cui intrattiene un rapporto privilegiato, sono raccolte tutte le conoscenze della vita (e della morte).

Ed è questo che c’è dentro di te, mentre la tua quotidianità trascorre tra pubblicità di cosmetici che ti promettono giovinezza eterna e articoli che ti dicono come dovresti essere per essere donna.

Non mi stupirei se ti sentissi sopraffatta qualche volta.

Da questo sentimento puoi far partire un lavoro personale dell’anima, arrivando a comprendere come la tua natura primordiale non sia una debolezza, ma la più potente risorsa su cui puoi contare.

E se non credi di essere all’altezza, sappi che anche la Donna Selvaggia ha timore di avventurarsi nel bosco della psiche. Eppure sa che, lasciandosi guidare dall’intuito, può accogliere le sue paure e trovare l’energia per affrontarle. Ha, insomma, “il coraggio di sopportare quel che vede senza distogliere lo sguardo”.

E ora è il momento di decidere: vuoi conoscere la donna selvaggia che c’è in te?

Se la risposta è sì, sappi che ho pensato ad un corso per aiutarti a comprendere ed integrare positivamente l’archetipo della Donna Selvaggia nella tua quotidianità.

Ti aspetto!